style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-6296684734364296"
data-ad-slot="9601724767"
data-ad-format="auto">

Quello di cui parliamo in questa puntata è indubbiamente un sigaro importante, sia per le dimensioni, sia per la tipologia di fumata, sia per il nome: parliamo infatti dell’Amazon “L’Italiano”. Si tratta di un sigaro identico dal punto di vista delle dimensioni al Nerone, ma molto differente nel blend. Infatti, i tabacchi scelti per la costruzione di questo sigaro sono di gradi leggeri (RL-RL1). Anche la fermentazione è più tenue, per non danneggiare il tessuto fogliare che, su questi gradi, è inevitabile più fragile.

Carta d’identità:

  • Fascia e ripieno: kentucky italiano (gradi leggeri)
  • Lavorazione: a mano
  • Manifattura: Tarapoto (Perù)
  • Costo: € 21,90 (conf.da 3)
  • Costo unitario:€ 7,30

Note organolettiche

All’aspetto stupisce per la sua tonalità chiara, quasi bionda. A crudo esprime un’aromaticità intensa e peculiare. L’accensione è molto lunga (occorre qualche minuto). In fumata le differenze con il fratello maggiore “Nerone” sono evidenti. Tanto cupo, intenso, affumicato quest’ultimo, quanto leggiadro e solare l’Italiano. L’insita leggerezza dei tabacchi non deve però trarre in inganno: la quantità di tabacco è molta e la nicotina si può fare sentire facilmente. Dal punto di vista aromatico, oltre alle classiche note di legno e cuoio, sono presenti sentori che richiamano le erbe aromatiche (alloro, rosmarino), la macchia mediterranea, la terra. L’evoluzione è evidente, soprattutto a partire da metà sigaro, dove le componenti più verdi lasciano spazio a sentori di caffè e frutta secca.

Conclusione

Indubbiamente un signor sigaro. Nonostante la mole, l’Italiano è delicato e leggiadro e che, in qualche modo, richiama lontanamente il carattere di alcuni caraibici.