style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-6296684734364296"
data-ad-slot="9601724767"
data-ad-format="auto">

Un vecchio detto dice che si può giudicare un uomo dalla brillantezza delle scarpe. Affermazione invero un po’ troppo categorica, di certo però il vero gentiluomo dedica alle scarpe la cura di cui esse hanno bisogno. Le scarpe di qualità infatti, costruite artigianalmente e con materiali nobili, possono durare molti anni. Affinché ciò avvenga è importante che gli vengano riservate le giuste cure e, la lucidatura, rientra indubbiamente tra queste.

Quella della lucidatura delle scarpe è una tecnica antica, quasi un’arte, che oggi – con gli stili di vita a cui siamo abituati – si sta un po’ perdendo. In questa puntata cerchiamo, nel nostro piccolo, di contribuire alla sua conoscenza e diffusione. Prima di cominciare vediamo gli strumenti di lavoro che ci occorrono.

L’occorrente:

  1. Due spazzole: una da utilizzare per la prima spazzolatura e la seconda da utilizzare al termine della lucidatura per la rimozione del lucido in eccesso.
  2. Spazzolino spandi lucido
  3. Crema nutriente per scarpe (neutra o del colore della scarpa)
  4. Panno in cotone o analogo materiale sintetico
  5. [fac.] guanti (anche di lattice, usa e getta)
  6. [per il cirage]: lucido da scarpe a base di cera di carnauba e/o cera d’api
  7. [per il cirage]: bicchiere con acqua e alcool

La tecnica

  1. Spazzolatura

La prima fase consiste nella spazzolatura (con una spazzola che dedicheremo esclusivamente per questo scopo) della scarpa, al fine di rimuovere ogni residuo di polvere.

  1. Applicazione della crema

A questo punto, con uno spazzolino spandi lucido preleviamo una piccola quantità di crema (del colore e del tipo indicati per la nostra scarpa) e la spandiamo su tutta la superficie. Lasciamo riposare la scarpa per circa un’oretta, il tempo sufficiente a far assorbire la crema alla pelle.

  1. Prima lucidatura

Con una seconda spazzola (che, anche in questo caso, useremo solo per questa operazione) spazzoliamo energicamente la scarpa per rimuovere l’eventuale crema in eccesso e per conferire una prima sommaria lucidata. In alternativa può essere usato un panno di lana o uno specifco guanto in pelliccia sintetica.

  1. Cirage

Imbeviamo il panno di cotone, arrotolato tra indice e medio, con una piccola quantità di acqua e alcool e quindi preleviamo il lucido da scarpe. Con movimenti circolari procederemo quindi all’applicazione sulla scarpa con movimenti rotatori. Questa tecnica necessita di continue e ripetute applicazioni, in particolare sulla punta e sul tallone, fino alla completa lucidatura della scarpa.